CASA TRAPELLA

Rocquebrune Cap-Martin, Monaco

L’intervento riguarda la ristrutturazione, la ridistribuzione architettonica e il progetto d’arredo di una villa unifamiliare ubicata a Roquebrune, tra Mentone e Montecarlo, su una splendida pendice rivolta verso il mare. La casa si sviluppa su due livelli: l’ingresso è posizionato a monte della casa, stretto tra il muro perimetrale e il giardino sopraelevato; dal cancello di ingresso parte una passerella in listoni di iroko bordato da ciotoli di fiume. Varcata la porta d’ingresso, un piccolo vestibolo ci introduce nello spazio living: un unicuum spaziale organizzato in tre momenti differenti. Fulcro dell’organizzazione complessiva un ambiente di circa 50 metri quadrati all’interno del quale abbiamo collocato un solo elemento: un lungo divano rivolto verso la grande vetrata tripartita che mette in relazione l’ambiente interno con il dehors, ma soprattutto con il bellissimo passaggio antistante. Il tentativo è quello di creare uno spazio assoluto, meditativo-concettuale.

All’assolutezza di questo spazio si contrappone l’informalità del secondo ambiente living dove grandi cuscini trapuntati, semplicemente appoggiati su una pedana di legno, creano una atmosfera di informale convivialità. Il terzo ambiente è governato dalla presenza di un grande tavolo da pranzo di forma quadrata al centro del quale è collocato un lampadario “retrò” a goccioloni di cristallo. Direttamente collegato al pranzo attraverso due ampie ante scorrevoli, l’ambiente cucina è organizzato in modo compatto lungo le pareti perimetrali, di fronte ad una grande finestra di forma quadrata che cattura la vista verso la piscina e la costa. Coniugare il massimo della fluidità spaziale con l’articolazione di ambienti caratterizzati da peculiari specificità formali, funzionali e d’uso è stato il tema architettonico cui il nostro progetto ha cercato di dare risposta.

La costruzione di grandi portali in muratura ci ha consentito di definire in modo molto esplicito delle precise linee di soglia senza interrompere la continuità dello spazio. I pavimenti che ricoprono l’intera superficie sono in rovere naturale trattati ad olio; i rivestimenti murari sono in intonachino a base di calce in tre tonalità di grigio. Una scala interamente rivestita in rovere ci porta al piano superiore, dove abbiamo organizzato l’intera zona notte. Un corridoio dal profilo sinuoso disimpegna un piccolo servizio igienico, le due camere da letto dei figli e conduce alla camera da letto principale. Si tratta di un grande ambiente che prende quasi la metà dell’intero piano suddiviso in due aree funzionali.

Lo spazio del riposo, in cui campeggia un grande letto matrimoniale costituito da un robusto telaio di legno di rovere; lo spazio della cura del corpo, in cui è collocata una scultorea vasca da bagno appoggiata alla parete di fondo in relazione e in contrapposizione spaziale con il grande letto. I due ambienti sono separati da pareti scorrevoli che consentono all’occorrenza di usare separatamente questi spazi concepiti come un’unità. Dentro piccole stanze sono collocati i servizi igienici e gli spazi accessori.

© 2014 DeCarloGualla