RELFO SPA

Mezzago, Milano

L'intervento riguarda la costruzione di un nuovo edificio a destinazione uffici e showroom per la Relfo S.p.a., azienda leader nel settore della produzione delle lamiere forate. Il nuovo corpo di fabbrica si propone come testata del complesso edilizio produttivo esistente, costituito da un anonimo capannone industriale formato da due campate asimmetriche con forte sviluppo longitudinale. L'organismo architettonico si articola in tre volumi, ognuno dei quali caratterizzato da specificità formali e funzionali. Il corpo principale è concepito come una struttura a telaio in cemento armato chiuso perimetralmente da ampie superfici vetrate.

Il primo e il secondo livello di questo corpo sono rivestiti da una ''seconda pelle'' in lamiera d'acciaio forato, mentre al livello terreno sfilano i montanti strutturali verticali, formando un portico poco profondo. Sui due lati opposti del corpo principale si ''agganciano'', come appendici, da una parte il corpo dei servizi che si presenta come un volume compatto in muratura intonacato di colore rosso acceso, dall'altra, per contrapposizione, un corpo leggero totalmente vetrato che racchiude i collegamenti verticali. La ''pelle'' in lamiera di acciaio forata da buchi circolari, realizzata dalla stessa azienda su disegno, fa di questo edificio una sorta di media-building; l'architettura diventa un veicolo di comunicazione attraverso la quale l'azienda si presenta e si pubblicizza.

L'organizzazione degli spazi interni ruota intorno ad un vuoto centrale a tutta altezza culminante in un grande lucernario capace di irradiare luce zenitale nel cuore dell'edificio. Su questo spazio disegnato dalla luce si affaccia il ballatoio che distribuisce i vari ambienti di lavoro, la cui immagine risulta essere fortemente caratterizzata dall'effetto decorativo che il grande schermo di facciata produce nello spazio interno. Le separazioni tra gli spazi interni sono costituite da grandi vetrate realizzate su disegno sulle quali è stata serigrafata una texture, che partendo da una campitura piena sfuma fino a scomparire nella parte superiore.



© 2014 DeCarloGualla